Sulutumana

La canzone preferita

Bambine splendide escono sui balconi
in braccio ai loro padri scendono nel cortile
le chiama il sole d’aprile vestite d’altri mondi
più grandi e popolati dell’America
e parlano una musica che viene d’altrove
parlano una musica che viene d’altrove

Da sotto il volume si alza improvviso sulla canzone preferita
becco d’uccello punta di matita
e le campane calci in culo al tempo
schiaffi in faccia al silenzio

E le bambine sono voci lontane
sono occhi aperti aperti dappertutto
discendono i raggi del sole in picchiata con la bicicletta
ora le vedi uscire dalle nuvole
bagnate fradice di meraviglia
squilla una voce al telefono
verdure a fette cadono in pentola
acque salate bollono in pentola

Da sotto il volume si alza improvviso sulla canzone preferita
becco d’uccello punta di matita
e le campane calci in culo al tempo
schiaffi in faccia al silenzio

Il sole ha promesso alle bambine che domani tornerà