Sulutumana

Album

Questo brano fa parte degli album:

La rosa e il coltello

In quella pioggia d’aprile

Come ridevano gli occhi

I vestiti sul pavimento

E in un niente tutto era già pronto per l’amore

 

Eri un castello di sabbia

Davanti al mare in burrasca

E lui l’onda che ti inghiottiva

Era come mille volte nascere e morire

 

Ma con te questa notte c’è un altro uomo

Niente a che vedere con i tuoi stupidi sogni

Ha una rosa per te nella sua mano

E nell’altra il coltello

 

Ma con te questa notte c’e’ sempre l’uomo

Che ha bagnato il giardino dei tuoi stupidi sogni

Ha una rosa per te nella sua mano

E nell’altra il coltello

 

Il cielo dei tuoi ventanni – (l’amore è fragile)

No, non ritornerà più – (incomprensibile)

Tra le promesse e gli inganni – (che cos’è)

Passa il tempo – (che ho perduto di te)

come un fiume per l’inferno

 

E parleranno di te – (l’amore è stupido)

Domani al telegiornale – (indefinibile)

E il destino viene ad aprire

Quella porta con le chiavi che gli hai dato tu

 

Ma con te questa notte c’è un altro uomo

Niente a che vedere con i tuoi stupidi sogni

Ha una rosa per te nella sua mano

E nell’altra il coltello

 

Ma con te questa notte c’è sempre l’uomo

Che ha bagnato il giardino dei tuoi stupidi sogni

Ha una rosa per te nella sua mano

E nell’altra il coltello

 

Ma con te questa notte c’è sempre l’uomo

Che ha bagnato il giardino dei tuoi stupidi sogni

Ha una rosa per te nella sua mano

E nell’altra il coltello