Sulutumana

Occhi al soffitto

Amo le voci della gente per la strada
La vita che si fa sentire
E sale su fin sopra questi tetti
Io fumo e imparo ad ascoltare
E sono nomi risa e altre parole
E in fondo non lo so
Imparo ad ascoltare e canto piano
Senti che pace in tutto questo baccano

E amo i muri delle case
Sferzati dalla pioggia di stravento
Lo so che sembra strano ma sapeste
In quei momenti come sono contento
Il corso naturale delle cose
Ed una birra accanto
Gli occhi al soffitto in cerca di una frase
Un foglio bianco ed il computer spento

Che giornata splendida, sembra fatta apposta per innamorarsi
E che vita stupida, sempre in cerca di qualcosa che non c’è

Chissà per sé ciascuno cosa sogna
Io sogno un altro giorno come questo
Niente di eccezionale, sì lo so
Ma non è poco accorgermi che esisto
E con la scusa di fare canzoni
Spengo il telefono
E dentro l’anima frugo a piene mani
Non trovo niente, come al solito

Che giornata splendida, sembra fatta apposta per innamorarsi
E che vita stupida, sempre in cerca di qualcosa che non c’è

Che giornata splendida, sembra fatta apposta per innamorarsi
E che vita stupida, sempre in cerca di un motivo, di un perché.